Halt!

Questa sera, causa i mille pensieri che mi tempestano la mente, sono riuscito a dimenticare il PC in ufficio. Volevo andare in palestra, prendere pane e latte e fare tante altre cose. Alle sei e mezza passate mi sono ritrovato di nuovo da solo, io e il mio capo, nella stanza accanto. Resomi conto dell’ora ho tirato un paio di fulmini verbali, ho spento il PC e sono venuto via.

Continua a leggere

Annunci

Certo che lo è!

Mi trovo a Saronno. Ieri è stato giorno di festa in Austria, l’ultimo prima della lunga estate e io ne ho approfittato per scendere e stare quattro giorni con la mia famiglia. Ne ho approfittato per accompagnare i bimbi a scuola e per fare un po’ di vera e salutare spesa,oltre che per andare di sera al saggio di chitarra di Gloria.

Continua a leggere

Giro Domenicale

In previsione della brutta settimana di pioggia che ci attende (Accidenti! Martedì prossimo devo essere ad un happening aziendale in un agriturismo delle colline vinifere della provincia e le previsioni sono pessime.), ho approfittato di questa caldissima domenica di sole per fare un giro più lungo del solito. Di tornare presto e passare il pomeriggio in camera ad ascoltare il Giro o l’andamento delle elezioni politiche austriache non avevo proprio voglia. Per cui già da giovedì avevo pronta la mappina del giro domenicale per St.Pankrazen.

Continua a leggere

Cerco Casa …

… ma non sul Tibet.

L’amministrazione locale di Graz si dà tanto da fare per diffondere l’uso della bicicletta da parte dei cittadini e dei molti turisti che passano da queste parti, facendo tappa obbligata per un giro più lungo che comprende Salisburgo e Vienna. Miracolosamente sul sito turistico per italiani della città (GRAZ) esiste anche una pagina che invita all’utilizzo della bici (Graz in bici). Quello che (volutamente) non traspare dalle mappe, però, è il grado di difficoltà di alcuni percorsi dovuto al caratteristico profilo orografico della regione e in particolare alle colline che circondano il centro della città.

Continua a leggere

Domenica da brividi

Ieri mattina ho imparato un’altra lezione importante di cui tener conto per le prossime uscite in bici: a meno che il tempo non sia spudoratamente bello, il cielo terso e le previsioni (radar delle precipitazioni incluso) non diano pioggia o nuvoloso per due giorni, mai uscire in tenuta estiva o senza una mantellina da mettere su.

Continua a leggere